Capitolo 2012

XIII° CAPITOLO SOLENNE

27.10.2012

“Ettometri zero”

Tutta la giornata si è dipanata in piazza Maggiore, il centro pulsante della vita medievale di Mondovì, scelta quanto mai azzeccata data la noiosa pioggerella che ci ha accompagnato tutto il giorno.

Ritrovo alla “Società del casino di lettura” dove, nella sala affrescata negli anni trenta del secolo scorso dal famoso pittore Fracchia, e’ stata servita la tradizionale colazione campagnola.

Una volta ritemprati si è dovuto giusto attraversare la strada per visitare, divisi in tre gruppi accompagnati da guide, il magnifico museo della ceramica monregalese e poi compiere un tragitto di una ottantina di metri, la maggior parte sotto i portici trecenteschi, per ammirare gli affreschi di Andrea Pozzo – un vero trionfo dell’illusione prospettica – nella Chiesa della Missione.

Ci si è quindi recati nella Sala Ghisleri (ex cappella del vescovado) per il saluto dell’assessore al turismo, la presentazione, a cura del confratello Pierfranco Blengini, della nuova denominazione “Dogliani DOCG” e l’intronizzazione di due nuovi adepti.

In perfetto orario, ridiscesi per una trentina di metri fino al Circolo di Lettura abbiamo dato inizio ai lavori conviviali nel salone delle feste, assaporando quanto i recidivi, già autori del pranzo a Bossea, Bastian e Mauro di Corsaglia ci avevano preparato in modo egregio, pur giocando in trasferta.

Particolarmente gradita, a sentire le rappresentanze delle venti confraternite intervenute,  è stata la “modestissima” minestra di castagne e latte servita , come si consumava una volta, in semplici scodelle.

Il pomeriggio precedente avevamo accompagnato una quindicina di persone, per la prima volta a Mondovì, a visitare il museo della stampa.

Scroll to top