Capitolo 2007

VIII° CAPITOLO SOLENNE

30.9.2007

“XXVI° raduno nazionale della F.I.C.E.”

Data e collocazione insolita, nell’ambito del XXVI° raduno nazionale della F.I.C.E. ( la Federazione Italiana dei Circoli Enogastronomici) da noi organizzato assieme ai Cavalieri della Raschera e del Bruss di Frabosa Soprana ed a quelli di S.Antonio di Roccaforte peregrinando nel Monregalese dal 28 al 30 Settembre , per questo capitolo.

La domenica mattina, dopo l’imprevisto di trovaci chiusa la nuova funicolare che porta alla parte alta e medievale della città, i 162 ospiti sono poi stati accolti con la solita colazione campagnola servita sotto i portici sottani della piazza centrale e poi sono stati accompagnati a visitare il museo della stampa, il più completo d’Italia, e la vicina chiesa della Misericordia coi suoi sotterranei ed i tesori della confraternita.

Nella Sala Ghisleri, magnifica ex cappella annessa al vescovado, è quindi  seguita la parte ufficiale, con saluti ai convenuti da parte dell’autorità locale e dei presidenti nazionale ed Europeo delle confraternite. Nel frattempo la funicolare ha finalmente preso a funzionare e così si è potuto scendere in comitiva, una quarantina per viaggio, a valle e riprendere le macchine per recarsi al ristorante , vicino al casello autostradale, per il pasto conclusivo dove a tutti i commensali è stato donato un bavaglione ricordo della manifestazione, da tutti gradito e solertemente indossato.

Da notare che nei cinque pasti consumati nei due giorni e mezzo del raduno non sono mai stati serviti due volte gli stessi piatti o gli stessi vini e che tutti i prodotti erano assolutamente indigeni, con l’unica eccezione del vino Cote de Provence  rosée di Puget -Ville, cittadina gemellata con Roccaforte Mondovì dove buona parte degli abitanti sono discendenti di monregalesi colà emigrati nei primi anni del ‘900 a fare, per lo più, i carbonai.

COMMENTO FINALE AL RADUNO.

Sono stati tre giorni di emozionanti scoperte!”.
Questo è stato il commento più bello e significativo espresso da uno degli oltre ottanta convenuti che hanno partecipato all’intero programma previsto pe r il XXVI° raduno nazionale della F.I.C.E..

Nessuno dei ventisei giunti da Torgiano (PG) e degli otto provenienti da Ascoli Piceno conosceva la nostra zona e così pure molti altri (veneti, lombardi, francesi, ecc…).

Ma tutti hanno gustato i paesaggi godibili della Pedaggera, il tour alpino e la visita a Piazza, come pure sono stati affascinati da San Fiorenzo di Bastia, dal castello reale di Valcasotto, dal Santuario, dalla Misericordia e dal museo della stampa.

Ed alla fine si son dichiarati “satolli ma non sazi” dei prodotti e della cucina monregalese. Il trinomio ambiente, cultura, gastronomia è stato alla base del successo fuori dal comune tributato alla manifestazione e non hanno soverchiamente pesato né il tempo uggioso della domenica né l’inconveniente finale occorso per un disguido con la funicolare.

Scroll to top